Da quando mi sono trasferita a Milano non ho ancora ben capito come funziona per il Carnevale: una settimana prima a Napoli, una settimana dopo al nord, quando è il giorno delle Ceneri, da quale venerdì non mangiare carne…Insomma, il caos totale! Dal caos però, come dice Nietzsche, nascono stelle danzanti o, in questo caso, la ricetta delle chiacchiere perfette.

Le regole

Chiacchiere, sfrappe, bugie, cròstoli o grostoli, cenci, stracci, sprelle, frappe: mille modi diversi per chiamare lo stesso dolce carnevalesco a base di farina, uova, zucchero, burro e aromi.

Partiamo dalle regole, pochi e semplici accorgimenti che renderanno le tue chiacchiere croccanti e friabili:

  • usa la farina forte

Usare una farina di forza farà in modo che le chiacchiere vengano gonfie e leggere, poiché questo tipo di farina impedisce che si assorbano troppo olio durante la cottura; Utilizza un 80% di farina Manitoba e un 20% di farina 00;

  • fai riposare l’impasto

Far riposare l’impasto un’oretta dopo averlo impastato ti permetterà di tirarlo sottilissimo;

  • usa un alcolico nell’impasto

Che sia Rum, Marsala, Anice o Limoncello, la parte alcolica deve essere presente nell’impasto delle chiacchiere perché serve a far lievitare velocemente la pasta durante la cottura; inoltre conferisce colore e aroma al dolce;

  • usa olio di arachidi per la frittura

La frittura è importante quanto lo spessore della pasta: usare un olio sbagliato comprometterebbe la riuscita delle chiacchiere; Usa un olio di semi di arachidi iniziando a friggere quando la temperatura raggiunge i 180°C.

Vuoi saperne di più sulla frittura? Questo articolo fa al caso tuo! 😉

La ricetta

Seguendo queste regole e la ricetta del Maestro Massari, che troverai anche nel libro “Non solo zucchero – Vol.2“, il tuo Carnevale sarà più goloso 😉

 

Chiacchiere di Iginio Massari

Le chiacchiere di Carnevale firmate Massari: una garanzia per i tuoi giorni di festa.

Preparazione 1 ora 10 minuti
Cottura 15 minuti
Tempo totale 1 ora 25 minuti
Porzioni 4 persone

Ingredienti

  • 250 g farina Manitoba
  • 30 g burro morbido
  • 30 g zucchero semolato
  • 16 g rum
  • 2 uova intere
  • 1 limone scorza grattugiata
  • 1 l olio di semi di arachidi

Istruzioni

  1. Versa tutti gli ingredienti in una ciotola e mescola velocemente fino ad ottenere un  impasto morbido.

    Avvolgilo nella pellicola alimentare e fai riposare in frigo per un'ora.

  2. A questo punto hai due strade: o lavori con il mattarello o, come me usi la "nonna papera" (la macchina per fare la pasta fresca!).

    In entrambi i casi, stendi la pasta più sottile possibile (con la nonna papera sono arrivata a 5 mm).

  3. Taglia con la rotellina dei rettangoli e fai due taglietti al centro, in modo che la pasta non secchi durante la cottura.

  4. Scalda l'olio di semi e portalo a 180°C: inizia a friggere un po' di chiacchiere alla volta, non troppe altrimenti la temperatura dell'olio diminuirà.

  5. Cuoci per pochi secondi un lato poi gira la chiacchiera e cuoci l'altro lato per pochi secondi; scolali su carta assorbente o scottex.

  6. Cospargi di zucchero a velo e mangia! 🙂

HAI PROVATO QUESTA RICETTA?

Mi farebbe piacere sapere cosa ne pensi! Lascia un commento qui sotto e condividi una foto su Instagram con l’hashtag #mentecontorta_bl