Il 2017 sarà un anno ricco di ponti: perché non approfittarne pianificando già da ora qualche weekend in giro per l’Europa?

Primavera

I ponti della primavera 2017 riguardano sicuramente le vacanze di Pasqua (domenica 15 e lunedì 16 aprile), la festa della Liberazione ( martedì 25 aprile) e la festa dei lavoratori (lunedì 1 maggio).

Dove andare in primavera in Europa?

Clima mite e sole tiepido ben si sposano con quelle mete che a temperature moderate sprigionano tutto il loro fascino, permettendoti di visitarle con lunghe passeggiate:

  • Siviglia

Artisti di strada, gitani e ballerini di flamenco movimentano le strade della ex- capitale moresca. Siviglia è ricca di fascino grazie alle influenze cristiana e musulmana, influenze che si rispecchiano nell’architettura e nei piatti.

Le temperature raggiungono picchi vertiginosi d’estate che la incoronano città più calda d’Europa, quindi ti consiglio di visitarla nei freschi mesi primaverili (aprile e maggio).

Camminando lungo la riva del Guadalquivir, ti imbatterai ne La Cucaña, un bar dove servono tapas accompagnate da brocche di buon vino. Camminando verso il nord di Siviglia,  potrai fermarti alla Taberna del Corto Maltés, dove potrai gustare una buona birra  in un locale dallo stile moresco.

  • Barcellona

Barcellona con la sua movida notturna e con i musei più interessanti d’Europa, riesce ad attrarre diverse tipologie di viaggiatori.

Quartieri che un tempo erano “difficili” (Born, El Raval e Barceloneta) oggi sono il nuovo volto di questa città. Proprio in questi quartieri sorgono i migliori ristoranti e bar della città.

Camminando lungo le Ramblas puoi fermarti per una pausa golosa al Cafè Viena , dove potrai gustare un panino al prosciutto che il New York Times ha definito un “saporito capolavoro”.

  • Marsiglia

Affacciata sul Mediterraneo, baciata dal sole quasi tutto l’anno e una multietnicità che si riflette della cucina e nell’architettura: Marsiglia è sicuramente una città da vedere.

Visitandola ti potrai perdere tra le architetture di Le Corbusier e il lungomare, gustando il gelato di Le Glacier du Roy, assolutamente da provare.

Estate

L’estate comincia con la festa della Repubblica (venerdì 2 giugno), prosegue con tutti i weekend del mese di luglio e culmina nel ponte di Ferragosto (martedì 15 agosto).

Dove andare in estate in Europa?

La stagione calda potrebbe essere un buon pretesto per visitare quella parte dell’Europa che, altrimenti, sarebbe troppo fredda da visitare in altre stagioni, che ne pensi?

  • Bruges

Bruges è la capitale delle Fiandre occidentali, una città di stampo mediovale in cui il tempo si è fermato: canali, cigni che scivolano sull’acqua e tanta arte fiamminga.

Ci sono tantissime cioccolaterie in città e molte offrono gusti particolari  come il Chocolate Line  con le sue ganache al frutto della passione, al lime o alla vodka. Ti consiglio di passeggiare al mercato di piazza ‘t Zand, dove potrai trovare formaggi belgi, filoni di pane con noci e uvetta ancora caldi di forno e aringhe affumicate.

Bruges è ricca di birrerie e tra tutte ti consiglio di fermarti da ‘t Brugs Beertje:  il menu contempla più di 100 birre. Non sai quale scegliere? Lo staff ti guiderà alla ricerca della birra adatta a te.

  • Göteborg

Göteborg, così come Stoccolma, è un centro in pieno fermento caratterizzato da arte contemporanea, mondanità e  diversi ristoranti che hanno conquistato numerose stelle Michelin.

L’arcipelago diGöteborg conta più di mille isole e vale la pena fare un giro turistico dei diversi e pittoreschi porticcioli, come quelli delle isole di Vinga e Styrsö.

Per una cena a base di pesce ti consiglio il Restaurang Sjömagasinet, il miglior ristorante di pesce al mondo in cui potrai gustare salmone sia fresco che affumicato, merluzzo, cozze, polpette, gamberetti e crostacei abbinati ai prodotti di terra in un connubio unico e assolutamente da provare.

  • Salisburgo

Salisburgo è una città con un fascino d’altri tempi, ma allo stesso tempo molto moderna.

Passeggiando lungo il fiume Salzach potrai fermarti a sorseggiare un cocktail sul tetto dello Steinterrasse, una terrazza semi-coperta che propone aperitivi dai sapori molto particolari.

Se, invece, hai voglia di un buon caffè, puoi scegliere tra le tantissime caffetterie che affollano la città.

Tra le tante, ti consiglio una caffetteria equosolidale moderno, il 220 Grad , in cui potrai appagare la tua gola scegliendo tra una vasta selezione di caffè.

Autunno

Il ponte dei morti ( mercoledì 1 novembre) da il via ai weekend autunnali seguito dal ponte dell’Immacolata (venerdì 8 dicembre)  che anticipa le vacanze natalizie.

Dove andare in autunno in Europa?

Con l’arrivo del primo freddo, l’ideale è visitare città calde e accoglienti, la cui bellezza è esaltata dalla luce ambrata dell’autunno.

  • Praga

Sarà una meraviglia passeggiare per i vialetti acciottolati, alzando lo sguardo ammirerai pittoresche guglie gotiche e fino ad attraversare imponenti ponti che uniscono le due parti della città.

Praga è una città cosmopolita che vanta innovativi ristoratori ed eccellenti artisti. Nella tua visita alla città la Casa danzante è uno degli edifici assolutamente da non perdere, la cui forma ricorda due ballerini sorpresi in pieno ballo.

Le prelibatezze poi, si nascondono in ogni angolo: pasticcerie, caffetterie ma anche semplici negozi di alimentari come Jan Paukert, una gastronomia famosa per aver inventato il “pane piccolo” un panino molto famoso nella città.

  • Berlino

Se qualcuno mi chiedesse di descrivere Berlino comincerei parlando del suo profumo: Curry, Paprika, frittura, Arancia.

Lì ogni piccola stradina profuma di cibo ed è possibile fermarsi a mangiare in qualsiasi momento: alcune bakerei (i nostri panifici, per intenderci) sono aperte 24/24 h e, se hai voglia di qualcosa di diverso, il panorama gastronomico offre una vasta scelta: dall’etnico alla cucina locale, ce ne è per tutti i palati.

Passeggiando per Torstrasse puoi fermarti da Yarok, un ottimo ristorante siriano che offre una vasta scelta di piatti vegetariani.

  • Dublino

Pub ma anche sofisticati ristorantini affollano il piccolo centro di Dublino, che affaccia sul fiume Liffey. Passeggiando per il centro, tra teatri e piccoli shop, puoi fermarti per un goloso brunch da Elephant & Castle famso per il suo toast-brioche con sciroppo d’acero.

Dopo una colazione rinfrancante, puoi passeggiare fino alla Hugh Lane Gallery dove ammirerai la collezione di arte moderna e contemporanea più importante della città. L’entrata è libera.