Ogni dolce è un disastro? Scarica gratis questo eBook!

ebook-qip-cover

Desideri tanto sfornare una torta perfetta ma il risultato è sempre un disastro?

I bigné già pronti ti hanno stufato e desideri prepararli da te?

Sogni una crema pasticcera che non sembri un budino?

Questo è il libro che fa per te!

Iscriviti qui e riceverai il link per scaricare il libro.

io

L’autrice

Mora tendente al rosso, occhioni da fumetto, napoletana di nascita e vagabonda per amore, amante della cucina tanto da farne un lavoro.

Adoro la cioccolata, non ho ben compreso la differenza tra confettura e marmellata, amo avere le mani in pasta.

Pasticcera e cioccolatiera D.O.P.

Il libro

Quando ci approcciamo alla preparazione di un dolce, può capitare che il risultato sia molto diverso da ciò che ci aspettiamo: immaginiamo una soffice torta farcita con una leggera crema pasticcera al limone, ma sia la torta che la crema non collaborano alla realizzazione del dolce che vorremmo!

Perché? Qual è il problema?

Insieme affronteremo 3 dei pilastri della pasticceria:

Torte

Sfornare la torta perfetta, essere avvolti da quel profumo di vaniglia e limone, tagliare la prima fetta tra gli sguardi rapiti di grandi e piccini, e mangiarla in un coro di “mmmmmm che buona!”, è uno dei motivi per cui si prepara un dolce.

Capita, però, che quello che sforniamo non sia sempre un capolavoro. Perché?

Pasta Choux

Bignè, zeppole, eclair, croquembouche: con la pasta choux si possono realizzare una moltitudine di dessert. Molte persone, però, si limitano a comprare i bignè già pronti perché ritengono che la preparazione sia molto complicata.

Con questo prontuario e la procedura per realizzarli, potrai dire addio ai bignè già pronti!

Crema pasticcera

La crema pasticcera è una preparazione base della pasticceria e da cui nascono, mescolandola con altri ingredienti, altre creme come, ad esempio, la diplomatica.

Si basa sul sapiente dosaggio di ingredienti semplici, come latte, panna, tuorli, zuccheri ed amidi, ma, spesso, il prodotto finale non è quello che ci aspettiamo. Perché?